Giovanissimi Elite si fermano in semifinale con la Liventina con “onore e gloria”

Abano, 8 maggio – Semifinale di ritorno tra Abano e Liventina Gorghense, storica finalista assieme al Montebelluna per la categoria. Fischio d’inizio alle ore 16 allo Stadio delle Terme con una tribuna ben popolata ad incitare le formazioni. L’Abano arriva dopo tanti anni a questa tappa, e i ragazzi di mister Tolin scendono in campo con concentrazione e bella determinazione per tentare di maturare le 2 reti che varrebbero il passaggio alla finale. Fischio di inizio i ragazzi padroneggiano la partita senza tuttavia spuntarla sugli avversari. “Abbiamo più che onorato la maglietta – spiega mister Alberto – la Liventina ha avuto vari momenti di difficoltà, noi abbiamo giocato con coraggio, passione e voglia di provare a fare cose importanti, la tensione non ci ha bloccato”. Nel clima di gran festa post partita tutti ammettono che forse i neroverdi meritavano un filo di buona sorte in più nelle ultime due gare, ma il morale resta alto per il bel cammino fatto da inizio anno. Al via ora i tornei di maggio in cui la parola d’ordine sarà come sempre: bel calcio, mettercela tutta e divertirsi pure un pizzico in più. “I tornei ci concedono ora di poter giocare proprio tutti e di godere dei frutti di una stagione di sforzi”, chiude il mister. Chiedo cosa lo renda orgoglioso in particolar modo della sua squadra…silenzio e poi risponde a passo spedito: “l’aver imparato il significato dell’essere Squadra. Ho apprezzato al massimo i ragazzi che han giocato meno allenandosi di più. L’accettazione delle scelte del mister, anche se non condivise, è difficile. Stare magari in panchina ed allenarsi con costanza è segno di grande maturità, di credere nell’obiettivo comune e di saper aiutare nei fatti la propria squadra. L’essere arrivati a questa meta tecnica (la semifinale) è indice di valori morali e stile di vita acquisito. E per un ragazzo di 15 anni scegliere i ritmi restrittivi dello sport non è scontato: senza la forza interiore non si arriva ai risultati tecnici e i ragazzi sono arrivati in alto. Come non essere soddisfatto?”. Chapeau a mister Alberto e ai suoi ragazzi, che vederemo ora in campo nei tornei di Piove di Sacco e di Veternigo. Sempre con maglia neroverde intrisa di onore e passione.

PHOTOGALLERY

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com