Juniores: a Ravenna siglano un 2 a 0

Ravenna, 16 aprile – Ultima di campionato per i giovani aponensi. I ragazzi di mister Pezzin approdano, dopo un’ultima serie di risultati negativi, alla gara finale di questa stagione di calcio nazionale juniores, che ha visto la compagine neroverde alternare fasi di buon gioco a giornate nere, spesso prive di idee, e farcite di troppi errori.

Una giornata calda e ventilata accompagna i due furgoni bianchi , carichi di gioventù e sponsorizzati Alì attraverso la pianura che degrada verso l’alto Adriatico a sud del delta del Po. La destinazione é un campo di periferia, con una misera tribunetta scura, a qualche centinaio di metri dalle rive del mare (un po’ poco per una società che qualche tempo fa militava tra i professionisti). La gara d’andata, finita 2 a 2, ha lasciato qualche rammarico ai padovani che, a qualche minuto dalla fine, erano avanti di una lunghezza e sono stati raggiunti a pochi istanti dal triplice fischio.

Le fasi di riscaldamento si concludono ad un quarto d’ora dall’inizio; poi l’appello. Che si tratti di una partita di fine stagione lo si evince anche dal fatto che gli arbitri selezionati per la gara siano tutti di Ravenna. Speriamo bene!

Inizia la partita ed appare subito evidente la difficoltà di palleggio dei giocatori,  il terreno di gioco é duro e pieno di asperità e non permette un perfetto controllo del pallone.

Il Ravenna prende subito in mano la partita e comincia a spingere, costringendo i termali sulla difensiva. Molte le occasioni d’attacco dei ragazzi in maglia gialla che sfiorano il gol in due occasioni, sventate in maniera splendida dall’ottimo Bastianello. Un paio di chances anche per i neroverdi che però sembrano poco pungenti. Il primo tempo si chiude a reti bianche.

Secondo tempo; al 7° Bianzale subentra ad uno spento Michelotto che, per 50 minuti non è riuscito a trovare il guizzo vincente. Al 14° uno spunto del giovane Lacerti sulla fascia destra fa arrivare un pallone al centro dell’area ravennate, Bianzale arpiona la sfera, se l’aggiusta sul piede buono e fa partire un tiro secco che si infila sotto il sette della porta difesa dal numero uno di casa.

Uno a zero e palla al centro.

Ora il gioco si fa più convincente da parte dell’Abano che, sbloccata la gara, si sente più consapevole delle proprie possibilità. Il Ravenna stenta a reagire e al minuto 26, sempre da azione originata sulla destra dal giovane Lacerti (elemento molto interessante), un pallone rasoterra toccato da Portalone e (forse) sfiorato da Tagliavini, passa sotto la schiena del portiere e mette al sicuro il risultato per gli ospiti.

Prima della fine c’è ancora tempo di vedere un altro intervento spettacolare del numero uno dell’Abano, che mette in evidenza riflessi ed elasticità ed una traversa colta dai gialli su un tiro cross, che forse il vento ha aiutato ad incocciare il legno.

Quattro cambi e qualche fallo di troppo chiudono la gara ed il campionato. Tutti sotto la doccia!

Il Ravenna chiude la sua stagione a 52 punti (quinto) ed entra di diritto nei playoff, mentre l’Abano, con la sua andatura altalenante si ferma a metà classifica con 38 punti, ma vanta il terzo attacco del girone ed ha giocato, in molte occasioni, alla pari con squadre più blasonate.

Nessun rammarico quindi e … forza Abano!!!

Mirco Bortolato

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com