Juniores: con il Campodarsego il gioco è duro (1-2)

Monterosso, 7 novembre – L’estate di San Martino è alle porte e le temperature confermano le caratteristiche di questa tradizionale credenza popolare.

La giornata si distingue per un doppio scontro incrociato: le due juniores si confrontano sul prato di Monterosso, mentre le prime squadre di serie D calpesteranno il rettangolo verde di Campodarsego.

Ore 14.30 l’arbitro fischia l’inizio della gara. Una prima fase di studio non evidenzia particolari azioni da parte di nessuna delle due compagini. I ragazzi di mister Pezzin provano a giocare partendo da dietro e lanciando le fasce, ma tutti i tentativi si rivelano vani. Da parte sua il Campodarsego prova ad attaccare con azioni di rimessa e con lanci verso il centro dell’attacco. Uno di questi traversoni mette in movimento il centravanti che, dopo una breve discesa verso l’area, fa partire un tiro improvviso da circa 30 metri che sorprende Biotto e si infila sotto l’incrocio dei pali, alla sinistra del numero uno aponense.

Un brutto colpo per i neroverdi che però abbozzano una reazione e continuano a provare a giocare. Pochi minuti prima dell’intervallo Bortolato a centrocampo serve Michelotto che, dal limite dell’area, spara una bordata di destro che colpisce, involontariamente, la spalla di Mazzucato; la palla così deviata, mette fuori causa il portiere ospite ed entra in rete. Qualche altra scaramuccia porta le due squadre al riposo.

Il secondo tempo sembra scorrere lentamente e destinare le due squadre verso un logico pareggio; ma, ad una manciata di minuti dalla fine succede il patatrac. L’esterno sinistro del Campodarsego si fionda velocemente verso l’area, lo affronta Schiavon che dopo aver subito un dribbling non può evitare di atterrarlo.

Calcio di rigore. Biotto intuisce, sfiora ma non trattiene. Ospiti in vantaggio. Fino al triplice fischio, l’Abano tenta inutilmente l’assalto al fortino avversario, ma non c’è nulla da fare. I tre punti in palio prendono la strada dell’alta padovana e alla squadra di casa non resta che leccarsi le ferite. Subisce infatti due infortuni di rilievo: Fiorentini rimedia una lesione ai muscoli della coscia destra mentre Schiavon esce con una forte distorsione ai legamenti della caviglia.

E come se non bastasse la prima squadra torna a casa con una sconfitta per 1 a 0.

Forza Abano ma … l’è dura!

di Mirco Bortolato

Lascia un commento