La Prima Squadra fa visita alla Cooperativa Nuova Idea

Abano, 22 marzo – Pomeriggio di solidarietà, amicizia e forti emozioni per la nostra Prima Squadra e i “ragazzi” della Cooperativa Nuova Idea. Una delegazione dei nostri neroverdi, capitanata da patron Gildo e sostenuta da mister Zeman, il DG Bertoli e il preparatore dei portieri Mattiazzo, si é recata preso il centro Nuova Idea per una visita “di cortesia”. Quelle visite in cui ci aspettiamo normalmente di dare, non ancora consapevoli di quanto riceveremo.

La sede Nuova Idea di Abano accoglie 12 ospiti che ci hanno aperto le porte della loro quotidianità. Facciamo squillare il campanello alle 17.30 e il loro responsabile Luca ci fa accomodare. Ci presentiamo prima noi Neroverdi, con tanto di ruolo in campo o in società, seguiti dai padroni di casa che allineano a loro volta nome e cognome raccontandoci nel dettaglio cosa fanno all’interno della Cooperativa . Tra un salatino e un bicchiere di ginger giungiamo alla foto di gruppo e allo scambio delle maglia: mischia in campo e vince uno degli ospiti che ottiene di indossarla subito. Altra mischia in area tra la fazione maschile e quella femminile per poter esibite la maglia neroverde nel proprio corridoio. Interviene Luca che dirime la questione con una votazione ad alzata di mano…le fila neroverdi si schierano a favore del gentil sesso e le ospiti vincono la maglia firmata dai giocatori! Una delle ospiti abbraccia a nome di tutti, uno ad uno, gli splendidi giovanotti del Calcio Abano e alle 18.30 salutiamo. Commossi, noi e loro. Ci promettiamo a vicenda una sfida calcistica prima che faccia troppo caldo e ci diamo appuntamento alla prossima gara casalinga del 1 maggio Abano-Union Ripa.

Torniamo a casa. Ci sentiamo fortunati per la nostra vita e per aver vissuto questo pomeriggio.

Ci si stampa nella mente e nel cuore che “integrare é meglio che chiudere gli occhi”. Star svegli nella realtà è più avvincente del non vedere. E noi rivedremo i nostri “amici” della Nuova Idea tra 15 giorni. Evviva e Forza Abano.

Mirco Bortolato

Lascia un commento