Una domenica stregata costa un brutto ko nello scontro diretto per la salvezza: Scardovari-Abano 3-2

Victor Henrique Volpe: al 39' del primo tempo si è visto respingere un calcio di rigore

Victor Henrique Volpe: al 39′ del primo tempo si è visto respingere un calcio di rigore

Domenica stregata per l’Abano di Vinicio Bisioli, che al termine di una partita incredibilmente sfortunata torna a mani vuote dalla cruciale trasferta di Scardovari.
La compagine rodigina si conferma bestia nera dei termali e dopo il 4-1 di Monteortone conquista altri tre punti preziosissimi aggiudicandosi anche il match di ritorno per 3-2.
Un risultato pesante per l’Abano, che si vede scavalcare in classifica proprio dai rivali e scivola così al penultimo posto del girone B di Eccellenza, un punticino sopra al San Giorgio in Bosco fanalino di coda.
E pensare che l’avvio di gara era stato interamente a tinte neroverdi, con una clamorosa opportunità per il neoacquisto Simone Toffoli: l’ex attaccante delle Dolomiti Bellunesi si presenta a tu per tu con Alessandro Zennaro, ma al momento di concludere si allarga troppo e si fa chiudere lo specchio dal portiere gialloblu.
Da gol mancato a gol subìto, perché al 21’ è lo Scardovari a passare all’incasso: la firma è di Davide Boscolo, che da posizione defilata si inventa un missile in diagonale che passa in una selva di gambe e beffa Caio Vinicius Pirana.
L’estremo difensore neroverde capitola per la seconda volta al 33’ per effetto di un gol incredibile: un suo errato rinvio di piatto finisce sui piedi di Adriano Bernardes, ex Adriese e Delta Porto Tolle, che dai quaranta metri trova la palombella perfetta a gonfiare la rete.
L’Abano schiuma rabbia e un paio di minuti dopo va ad un passo dal 2-1 con una punizione di Paolo Pinto che centra il palo a portiere battuto. E non è finita qui, perché al 39’ Matteo Radoni conquista un calcio di rigore con un bel dribbling in area: sul dischetto va lo specialista Victor Henrique Volpe, che però si fa ipnotizzare da un super riflesso di Zennaro.
La ripresa è un monologo aponense, con il gol della speranza che arriva al 69’ grazie ad una deviazione di tacco di Anderson Piva nel cuore dell’area.
Gli ospiti ci credono ma a spegnere le velleità di rimonta è nuovamente Boscolo, che al 75’ firma la doppietta personale finalizzando una letale azione di rimessa.
L’Abano non molla e in pieno recupero accorcia le distanze con il neoacquisto Milos Sekulic, bravo e caparbio nel trovare la girata vincente in azione di mischia.
«Una delle partite più paradossali che io abbia mai visto il commento del direttore sportivo Franco SartoriNoi abbiamo giocato dal primo all’ultimo minuto, lo Scardovari ha vinto affidandosi alle palle lunghe e approfittando dei nostri errori. Purtroppo oggi ne abbiamo commessi tanti e li abbiamo pagati a caro prezzo. C’è grande rammarico, soprattutto perché si trattava di uno scontro diretto molto importante in chiave salvezza».

SCARDOVARI-ABANO  3-2
SCARDOVARI:
Zennaro, Vidali, Crepaldi, Caraceni, Marino, Arias Arana, Enrico Ferro (39’ s.t. Maistrello), Boscolo (32’ s.t. Moretto), Lucci (13’ s.t. Corradin), Adriano Bernardes (18’ s.t. Nordio), Bullo (43’ s.t. Matteo Ferro). A disp. Marandella, De Bei, Greguoldo, Marangon. All. Fabrizio Zuccarin.
ABANO: Pirana, Cunico (32’ s.t. Leonardis), Henrique Volpe, Finazzi, Zatta, Pinto, Proto (12’ s.t. Sekulic), Nnodim, Toffoli (12’ s.t. Thiam), Radoni, Anderson Piva. A disp. Havryshkiv, Machairas, Rosa, Capuzzo, Bozza, Potsi. All. Vinicio Bisioli.
ARBITRO: Matteo di Sala Consilina.
RETI: 21’ p.t. e 30’ s.t. Boscolo, 33’ p.t. Adriano Bernardes, 24’ s.t. Anderson Piva, 46’ s.t. Sekulic.
NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti Bullo, Proto, Anderson Piva, Nnodim, Zatta e Henrique Volpe. Angoli: 2-12. Recuperi: 1’ e 4’.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com