Il mercato si apre con un colpo per il reparto arretrato: preso dal Limena il jolly difensivo Michele Di Maggio, classe 1987

Michele Di Maggio, classe 1987, nuovo jolly difensivo dell'Abano

Michele Di Maggio, classe 1987, nuovo jolly difensivo dell’Abano

Primo colpo in entrata per l’Abano di Carlo Perrone, che ufficializza l’ingaggio dal Limena dell’esperto jolly difensivo Michele Di Maggio.
Nato il 3 ottobre del 1987, il nuovo giocatore neroverde è cresciuto nelle giovanili del Casalserugo fino a disputare un bel triennio in Eccellenza con la stessa maglia biancoceleste: seguono altre importanti esperienze nelle file di Vigodarzere, Ponte San Nicolò, Piazzola, VigoLimenese e appunto Limena.
«Tra Vigodarzere, VigoLimenese e Limena, che di fatto sono la stessa società che negli anni ha cambiato nome, ho fatto undici stagionile parole di Michele, che può essere impiegato sia da terzino destro sia da difensore centraleOltre che capitano ero perciò anche una sorta di punto di riferimento per i ragazzi, il mister e la società. Cambiare squadra non è stato facile, ma avevo bisogno di nuovi stimoli: non è nelle mie corde adagiarmi su quanto fatto nel passato per vivere di rendita. Abano ha una storia di primissimo livello nel panorama dilettantistico e poterci giocare è assolutamente un onore».
Quali sono le tue prime sensazioni?
«Le prime parole con il direttore Franco Sartori e con mister Carlo Perrone mi hanno subito trasmesso la voglia di fare calcio in modo serio e professionale. La società sta allestendo una rosa con giovani di qualità, a cui andranno ad aggiungersi dei giocatori “di categoria”. Da parte mia mi metto al servizio della squadra con la massima umiltà per trasmettere ai più giovani la mia esperienza e soprattutto la mentalità, fondamentale in un campionato difficile come la Promozione che conosco ormai da tanti anni. Il mister ha sempre allenato in categorie superiori e sarà determinante nel tirare fuori il massimo da ognuno di noi. Obiettivi? È troppo presto per parlarne. Siamo tutti consapevoli che Abano è una piazza che merita almeno l’Eccellenza e dovremo dare il massimo per riportare la squadra più in alto possibile. Di certo andremo a lottare in tutti i campi, con rispetto per l’avversario ma senza paura di nessuno».
Sempre nel reparto arretrato è inoltre ufficiale il rinnovo del giovane Alessandro Zatta, classe 2001, prodotto del vivaio e pilastro della prima squadra già da diverse stagioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com