Dopo 28 anni di successi e di ricordi indelebili, si chiude l’era di Gildo Rizzato: il nuovo presidente dell’Abano è Claudio Garon

Il presidente uscente Gildo Rizzato con il direttore sportivo Franco Sartori e il nuovo presidente Claudio Garon

Il presidente uscente Gildo Rizzato con il direttore sportivo Franco Sartori e il nuovo presidente Claudio Garon

La fine di un’era. Svolta epocale in casa Abano, con il presidente Gildo Rizzato che lascia il timone del club dopo ventotto anni di successi e di enormi soddisfazioni.
Un’autentica leggenda neroverde saluta la società per godersi il meritato e sacrosanto riposo: il patron resterà per sempre nella storia come il più longevo e titolato di sempre, capace di trascinare l’Abano dal punto più basso (la retrocessione in Prima Categoria del 2005) all’indimenticabile promozione in serie D del 2014, conquistata grazie al trionfo nei playoff nazionali con tanto di trasferta in Sardegna ad Alghero.
Un percorso di vita sensazionale quello al vertice dell’Abano, che ha lasciato un’impronta indelebile anche nel settore giovanile: per anni il vero e proprio fiore all’occhiello della società, che con costanza e dedizione ha saputo farlo diventare uno dei migliori in ambito regionale.
«Dopo ventotto anni è giusto cosìle accorate parole di Gildo RizzatoPorterò sempre nel cuore ricordi indelebili: non solo quelli positivi, perché anche i negativi ci insegnano a migliorare e a capire dove sono stati commessi degli errori. Cos’è stato per me l’Abano? Dire un figlio forse è eccessivo, ma sicuramente ha rappresentato una parte fondamentale della mia vita. Ho portato avanti questa società con amore e infinito orgoglio, una società che da settant’anni lavora con serietà e professionalità. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto, in particolar modo Alì Supermercati, che nelle figure del commendator Francesco Canella e del fratello Pietro mi sono sempre stati accanto in modo esemplare».
Il nuovo presidente del club termale è Claudio Garon, imprenditore del territorio classe 1965, che nel nuovo organigramma sarà affiancato dal vicepresidente Marco Barragato e dal consigliere Franco Peres: la carica di direttore sportivo resta a Franco Sartori.
«Sono contentissimo di lasciare l’Abano a delle persone serie, che porteranno avanti il mio stesso progetto – prosegue Gildo – Per la società ho avuto richieste anche da Milano, Bologna e Verona: tuttavia non ho mai avuto la sensazione che volessero realmente continuare il glorioso percorso di un club con settant’anni di storia. Sono convinto che con un presidente come Garon si potrà tornare a sognare la serie D: e sono certo che tornerà anche il settore giovanile, quella fantastica macchina organizzativa che avevamo messo in piedi con più di trecento ragazzi. La squadra? Abito a venti metri dal campo. Continuerò sicuramente a seguirla come tifoso. E, se ci sarà bisogno, con qualche consiglio».
Entusiasmo ed emozione nelle parole del nuovo presidente Claudio Garon.
«Sono felicissimo di questo nuovo incarico e faremo del nostro meglio per tenere in alto il nome dell’Abano. Quello di oggi è uno step importantissimo, a cui abbiamo lavorato molto sin dall’arrivo in panchina di Vinicio Bisioli. Obiettivi? In questo momento la priorità è la salvezza in Eccellenza. Poi inizieremo a lavorare guardando al futuro».

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com