Paolo Pinto: «Ora testa ai playout. Se giochiamo come sappiamo, possiamo farcela»

Paolo Pinto, classe 2001, pilastro del centrocampo dell'Abano

Paolo Pinto, classe 2001, pilastro del centrocampo dell’Abano

La salvezza dell’Abano è appesa ad un filo sottilissimo: quello della lotteria dei playout, a cui i neroverdi sono stati costretti dal terzultimo posto conseguito al termine della regular season.
La permanenza in Eccellenza si giocherà in uno spareggio all’ultimo sangue con la Robeganese: andata allo Stadio delle Terme domenica 8 maggio, ritorno sette giorni dopo in terra veneziana.
Nel doppio confronto l’Abano dovrà necessariamente segnare un gol in più dei rivali, che grazie al miglior piazzamento di classifica potranno centrare l’obiettivo anche con un doppio pareggio.
«Nel rush finale siamo stati condizionati dai tanti infortuni, che ogni domenica ci hanno privato di almeno una o due pedine importantile parole del jolly di centrocampo Paolo Pinto, classe 2001, uno dei fiori all’occhiello della campagna acquisti invernaleIl mister ha sempre dovuto fare “scelte forzate” ma ce la siamo giocata con chiunque, spesso raccogliendo meno di quanto effettivamente meritassimo. Purtroppo in alcune gare è mancata quella fame che ci avrebbe permesso di ottenere la salvezza diretta. Domenica avevamo una grande opportunità ma non l’abbiamo sfruttata: l’Albignasego ha fatto meglio di noi e ha meritato la permanenza in categoria. Ora testa ai playout, consapevoli che se giochiamo come sappiamo possiamo farcela».
Con quale spirito ci si affaccia ad un doppio appuntamento così delicato?
«Ci sarà bisogno di tutti e dovremo farci trovare pronti. Meritiamo questa salvezza, per la rincorsa che abbiamo fatto e per come abbiamo dimostrato di potercela giocare anche con le grandi. Nel girone di ritorno con le prime tre abbiamo conquistato cinque punti, vincendo in trasferta con la United Borgoricco Campetra e pareggiando con Giorgione e Arcella. Dobbiamo partire da questa convinzione».

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com